— ILLUMINAZIONE INTERNI

Una lampada da soffitto, o plafoniera, è un complemento d’arredamento che deve essere scelto in base a determinati canoni. Ecco perché la lampada Righi è la plafoniera perfetta.

Righi_eco_soffittoparete_soffitto_1

L’idea della plafoniera evoca visioni non troppo belle. Forse perché ne abbiamo sempre viste in alcuni ambienti poco curati e quindi fuorvianti del valore delle lampade da soffitto. Per comprendere il valore di una lampada da soffitto, bisogna prendere in esame una lampada tipo, come la lampada Righi di Italexport.

Righi è una lampada composta da una struttura in metacrilato prismatico interno con supporto in metallo cromato. Il suo design è giovane e fresco, per regalare un tocco di interior design agli ambienti. Ma guardando meglio si comprende come la lampada Righi sia in effetti la plafoniera perfetta, stando ai canoni per la scelta delle lampade da soffitto.

Una lampada da soffitto può essere adottata da coloro che non vogliono optare per il più classico lampadario. Deve essere quindi una scelta devota all’insolito ma non troppo, si deve decidere per una lampada che sia versatile e adatta a ogni stile di arredamento. Se si inserisce la lampada Righi in una stanza moderna, l’impatto visivo sarà ugualmente bello sia che l’arredamento sia classico.

Per questa ragione Righi è versatile, a un tempo classica e giovane: possiede quel gusto del mistero e del fascino che si deve cercare in una lampada che tuttavia faccia parte di un insieme e non sia quindi anonima e invisibile.

Continua a leggere...

Rim è una delle nuove lampade di Vistosi che sarà presentata al Salone del Mobile 2015.

rim-giulio-iacchetti-per-vistosi

Ancora vetro soffiato per le lampade di Vistosi: in fondo è un po’ il cosiddetto marchio di fabbrica, dato che Vistosi ha fatto del vetro soffiato la sua cifra stilistica distintiva. E anche la lampada Rim, progettata dal designer Giulio Iacchetti, è fatta in vetro soffiato.

La forma della lampada Rim è insolita e inaspettata, ma tuttavia si presta a essere collocata nelle case e negli uffici: unica condizione è quella di scegliere un tipo di arredamento classico, oppure arte povera. Una simile lampada stonerebbe infatti con un arredamento troppo moderno e troppo essenziale.

L’ideale per una collocazione domestica della lampada Rim è in un salotto o in un soggiorno, o anche in una camera da letto padronale. Ma sarebbe d’uopo anche inserire dei piccoli dettagli d’arredamento che la richiamino, come complementi d’arredamento in vetro soffiato, purché abbiano uno stile simile a quello della lampada.

Nel caso si disponga di un arredamento moderno ma si considera questa lampada con un must, esiste un escamotage: montando nella lampada una lampadina a luce colorata e non bianca si può accostare a differenti stili di arredamento moderno. L’importante è scegliere il colore della lampadina secondo il colore predominante della stanza in cui la lampada viene inserita.

Continua a leggere...

L’azienda Modaedesign.com ospite del Fuorisalone dal 14 al 19 aprile prossimi: l’illuminazione in pole position.

fuorisalone

Torna Euroluce, la fiera biennale, con il relativo Fuorisalone, che si tiene a Milano presso Officina 14. «Euroluce – si legge nella presentazione della fiera biennale – presenta una proposta merceologica ampia e di elevata qualità che, dall’originaria attenzione verso il decorativo, si è ampliata verso altri settori quali l’illuminotecnica, l’illuminazione stradale, le sorgenti luminose e i loro sistemi di controllo proponendosi quale esclusivo punto di riferimento per il settore Luce. In sinergia, uno stimolante programma di iniziative collaterali in collaborazione con le associazioni che rappresentano i lighting designer».

Si tratta di un’edizione importante perché questo è l’anno internazionale della luce proclamato dall’Unesco. Anche l’azienda Modaedesign.com sarà presente quest’anno a Fuorisalone con il suo ricco catalogo di complementi per l’illuminazione, ricco sia dal punto di vista estetico, sia dal punto di vista della tecnologia.

Modaedesign.com parte dalla consapevolezza di quanto l’illuminazione artificiale sia importante nell’arredamento di una casa, di un ufficio, di uno spazio domestico all’aperto come un giardino, un terrazzo, un balcone. In altre parole, non si tratta quindi solo di estetica, non solo di tecnologia, ma di quel momento in cui estetica e tecnologia si compenetrano in un tutt’uno. Per conoscere il catalogo e le novità di Modaedesign.com basta recarsi al Fuorisalone, in via Tortona 14 a Milano, nei giorni di fiera compresi tra il 14 e il 19 aprile prossimi.

Continua a leggere...

L’illuminazione che può adattarsi alle scelte di primavera è qualcosa che non ha a che fare con la luce tout court.

illuminazione interni

Si tratta piuttosto di un mood, di un sentimento che ci percorre e ci fa venire l’estro per un arredamento e un’illuminazione differente, che valorizzi il colore, che è dentro di noi e che dobbiamo portare fuori.

Un esempio? L’immagine qui sopra. L’illuminazione artificiale in questo caso serve a ben poco, nel senso utilitaristico del termine, serve solo nelle ore serali (in primavera sono poche, molto meno che nel resto dell’anno), mentre nel resto del giorno è un vezzo, qualcosa che valorizzi l’intero ambiente e si sposi completamente con esso.

Nell’immagine, il lampadario e le lampade da tavolo si presentano molto simili nei colori e nello stile. Chi ha arredato la stanza ha pensato anche a richiamare, con le tende o altro, la tinta dei complementi per l’illuminazione, il che conferisce un’armonia profonda alla stanza.

Sulle pareti ci sono delle decorazioni arabescate che risultano molto molto fantasioso e sono valorizzate a loro volta da alcune asimmetrie create dai faretti a incasso posti sugli sbalzi della parete stessa.

È come se la stanza non avesse un volume solido ben preciso, ma sia multisfaccettata, multiforme. Il che occulta anche quella colonna portante che, per caso, si trova a poco spazio da uno spigolo, ma in questo modo sembra qualcosa di studiato a bella posta.

Continua a leggere...

Sempre più spesso nelle case si opta per l’illuminazione vintage: in cosa consiste il fenomeno?

10990202_666639876824604_939839019775185220_n

Le mode, si sa, sono cicliche. Accade in tutte gli aspetti della nostra vita, da quello che leggiamo o che guardiamo, fino agli abiti e all’arredamento, e l’illuminazione non fa certo eccezione. Come si può vedere nella stanza arredata nell’immagine.

Si può infatti ammirare una lussuosa casa in stile vittoriano: qui ci si è concentrati su un tipo di illuminazione destinato a durare nel tempo, nonostante appunto la ciclicità delle mode. In questa stanza, in particolare, si è optato per un lampadario di grandezza media a luce bianca. Il design del lampadario non è invadente, non accentra su di sé l’attenzione e non è granché caratterizzato nel senso dello stile: è un lampadario classico, che non passa mai di moda, quindi.

Ma non finisce certo qui. Disseminati per la stanza, nonostante una grande porta finestra con luce naturale, sono stati aggiunti dei faretti incassati lungo tutto il soffitto, che si erge lungo due livelli, uno inferiore e uno superiore, dov’è anche appeso il lampadario. Anche al livello superiore sono stati apposti i faretti, per creare ulteriore armonia con il tutto.

Completano il tutto due lampade da tavolo con corpo in legno e paralume color ghiaccio: anche questi sono classici ma sono anche passe-partout, non impegnano e contribuiscono a creare un’armonia cromatica con un po’ dello spazio parete e con il copriletto.

Continua a leggere...

La casa è il regno di ognuno. Oppure è il regno che alcune persone hanno ritagliato per due o per un numero più grande di persone. Per questa ragione, un regalo in tema illuminazione per San Valentino può essere l’ideale.

lampadario_moderno_tessuto_zebrato_olux2

Ci sono molti modi per esprimere l’amore. Una carezza al momento giusto, tenersi la mano, un sorriso e uno sguardo. Poi ci sono determinati passaggi di rito, come il San Valentino, in cui ci si cerca di esprimere anche attraverso un dono: e allora perché non optare per un complemento per l’illuminazione come dono? Può apparire come una scelta insolita ma non lo è: ognuno di noi vive la propria casa con intensità, ama cambiare ogni tanto dei piccoli dettagli, prendersene cura.

Per scegliere una lampada o un qualunque complemento per l’illuminazione come dono bisogna intanto conoscere il modo in cui la persona amata ha arredato la propria casa. Ma quando si vive insieme questa è decisamente la parte più facile. Inoltre bisogna conoscere i gusti della persona amata: per esempio, se noi scegliamo una lampada con paralume in fantasia animalier per una persona che non ama questo tipo di fantasia, il regalo non sarà esattamente gradito.

Partiamo da un presupposto: tutte le lampade di design sono vincenti, se raccontano qualcosa di chi regala e si sposano con il gusto di chi riceve. Per tutto il resto, basta affidarsi all’istinto di fare un regalo che resterà nel tempo e – si spera – resisterà anche e soprattutto alle mode. Un po’ come qualunque relazione.

Continua a leggere...

Su che base si sceglie l’illuminazione per la propria casa? Ecco qualche consiglio.

sillux_male_lp6-267e_applique_moderno

Quando si decide di metter su casa, ci sono una serie di interrogativi da affrontare. Uno dei più importanti riguarda l’illuminazione di interni. In realtà, l’illuminazione presenta una serie di interrogativi, ma quello fondamentale, il vero e proprio punto di partenza è: illuminazione centrale o diffusa?

Partendo dal presupposto che lo scarto tra illuminazione centrale o illuminazione diffusa in termini di consumi è poca cosa oggi, tutto si basa invece sull’aspetto che vogliamo dare alla casa nel suo insieme e nelle singole stanze. Quindi, bando ai grandi dilemmi sullo spreco di energia, che oggi, soprattutto con l’avvento di energie rinnovabili: certi dilemmi hanno senso solo se non si ha un approccio green alla propria casa.

Solitamente, secondo gli stili di arredamento tradizionale, ogni stanza ha la sua funzione e con essa va una determinata scelta in fatto di illuminazione. Perché l’illuminazione artificiale modifica tutto, modifica l’intero assetto di una stanza o di una casa, perché… mette tutti gli elementi in una luce diversa.

Così, per un salotto o un tinello potrebbe andar bene un’illuminazione centrale con lampadari, mentre per una cucina-soggiorno si può ricorrere ai faretti, senza dimenticare le intramontabili applique per corridoi o bagni. Ma naturalmente lo status quo può sempre essere sovvertito, per cui i faretti possono essere utilizzati per un bagno, soprattutto se molto grande, o per un corridoio, e – perché no? – in un soggiorno, magari ricorrendo alla tecnica del cielo appeso.

Non c’è una regola, basta lasciarsi guidare dall’istinto e forse fare anche qualche prova. Perché se si sceglie prima l’arredamento e poi l’illuminazione, l’effetto potrebbe cambiare radicalmente: per questa ragione è sempre meglio partire dall’illuminazione e stare bene attenti all’effetto che fa, a come modifica l’aspetto della stanza, il suo colore, la sua percezione spaziale, la prospettiva.

Continua a leggere...

joyo-classic-rossoVi presento una lampada design firmata Joyo LIGHTCOLOURS, dai mille usi.(272 mm x 270 mm).

E’ un articolo che aderisce perfettamente al concetto del “new product design” rispondendo a tutte le caratteristiche che deve avere un prodotto contemporaneo:multifunzionalità ed estetica.

La finitura in ABS con finiture esterne satinate,con la sua diversa densità, espande la luce in modo morbido e suggestivo grazie anche all’ampia gamma di colori disponibili.

La  lampada design Joyo LIGHTCOLOURS è un’idea innovativa che, oltre a illuminare con una lampadina a risparmio energetico a 9 Watt, ricarica i tuoi accessori multimediali, grazie ai 3 switch USB incorporati, amplifica una fonte sonora grazie al diffusore contenuto all’interno e serve anche da comodo svuotatasche con i suoi scomparti sulla base. E’ disponibile anche nei colori satinati trasparenti: Arancio, Bianco, Blu, Cacao, Giallo, Lilla, Rosa, Rosso, Verde.

E’ un’ottima idea regalo, la lampada Joyo diffonde,infatti, un nuovo modo di illuminare gli oggetti, creando atmosfere gradevoli e dimensioni dense di significato. Dalle linee moderne, si integra armonicamente con i differenti stili di arredamento, aggiungendo una raffinata presenza decorativa.

Il cuore tecnologico della lampada Joyo e’ rappresentato dai n. 3 pratici switch USB che permettono di ricaricare i tuoi accessori elettronici, dall’I-PHONE al lettore MP3, dalla macchina fotografica all’IPOD oppure all’IPAD, e tanto altro ancora. Metti le tue cose personali dove sai di poterle ritrovare subito!

La lampada Joyo e’ anche un comodo svuotatasche, grazie ai suoi scomparti posti sulla base, dove ripore chiavi, portafoglio, penne, monete, occhiali appena ritorni a casa. Cosi’ hai tutto a portata di mano!

Perche’ con la lampada Joyo la luce e’ diventata anche utile!Inoltre per ordini di almeno 10 pezzi e’ possibile personalizzare la lampada Joyo con il vostro nome o il vostro logo aziendale, questa opzione e’ disponibile con una differenza di prezzo… Cosa aspetti?!

 

Continua a leggere...

borabora_lampadario_soffitto_plafoniera_sillux_5Questa PLAFONIERA DA SOFFITTO (Misure: 55 x 55 cm) è un articolo di arredamento che appartiene all’arredamento d’interni, un mondo tutto nuovo di concepire l’illuminazione per la casa!

Con la sua montatura in cromo e il diffusore in vetro satinato,è una lampada da parete e applique semplice ed esclusiva!Adatta nelle camere da letto,può essere usata anche negli ambienti comuni come la sala da pranzo oppure uno studiolo personale.

Questa lampada da illuminazione d’interni può essere fissata al soffitto e le due caratteristiche principali e vantaggiose sono: la quasi inesistente manutenzione e il tipo di lampadine a lunga durata che permettono un’illuminazione di qualità a basso costo!

Uno dei grandi vantaggi,infatti, è avere un’illuminazione potente , il tutto condito con un tocco di classe e anche l’ordine , la pulizia e soprattutto la sicurezza per grandi e piccini!

Spesso si accompagnano alle lampadine al led , grande accoppiata : le lampadine al led, infatti, generano calore ma lo trattengono al loro interno. La potenza utilizzata, quindi, viene impiegata in modo migliore ottimizzando l’efficienza delle lampadine. La temperatura media è bassa e pertanto possono essere installate a contatto con legno, plastica o materiali che temono l’eccessivo surriscaldamento!

Hanno,inoltre,una vita media maggiore rispetto ad altre lampade e ,come ho già accennato prima,hanno costi di manutenzione ridotti! Sono compatibili per dimensioni, tensione e attacchi esistenti,permettono di variare la luminosità senza alterare il colore e danno luce immediata! Corri, allora, a comprare la tua plafoniera preferita per la tua illuminazione d’interni!Per il tuo soffitto!

 

 

 

Continua a leggere...

Per la tua illuminazione interni, occorre spesso trovare talvolta anche qualche complemento di arredo originale, unico, che sappia valorizzare gli spazi. Per dare slancio all’illuminazione dei propri interni, che spesso è costituita da lampade semplici e scontate occorre puntare su qualcosa di davvero speciale, come uno specchio! Nel bagno, in soggiorno, gli specchi sono utili perché consentono di dare luce, di infondere luminosità alla stanza, dando anche un tocco di design. Occorre spulciare tra le novità del design d’interni, tuttavia, per trovare specchi curiosi. Una  new entry interessante è la collezione di specchi Home Republic di Davide Negri. Si tratta di una collezione interessante di specchi; si chiamano Art Lele, Art Slide, Art Oscar, Art Merilyn. Sono specchi in cui appare un messaggio inciso sulla superficie, tratto, nel caso ad esempio dello specchio Marilyn, una citazione di Marilyn incisa sulla superficie. Lo specchio SLIDE, invece, riprende con ironia un gesto che ormai è entrato nelle abitudini di ogni uno di noi, sperando così di alleggerire con un sorriso la nos10360701_665557293519114_2730772851588249741_n.pngtra sveglia mattutina. Sono tutti specchi decorativi per i nostri interni con scritta incisa sulla superficie.  Il Design è di Davide Negri Studio.

Qualche notizia sul designer di interni Davide Negri: architetto e designer, si laurea alla Facoltà di Architettura presso il Politecnico di Milano. Nel 2001 fonda il proprio studio, occupandosi principalmente di furniture, lighting, interior design e allestimenti. Con i suoi progetti ha partecipato a fiere e manifestazioni di settore a livello nazionale e internazionale, in Europa, Australia e Corea. Nel corso della sua carriera ha conseguito diversi riconoscimenti, fra cui il Compasso d’Oro – Menzione Progetto Giovane – e l’AD Architectural Digest Young Designers Award – Menzione Speciale Young & Design Award. Ha insegnato inoltre presso l’Istituto Europeo di Design di Torino e il Politecnico di Milano.

Ha collaborato e collabora con numerose aziende, tra cui Gruppo Doimo, Tonon Italia, Gruppo Sintesi, Faber, Element-s, Plastecnic, Sforzin Illuminazione, Braga Illuminazione, Gattinoni Casa, L’Oreal, Vichy, Redken.

Continua a leggere...